️TORTA della “psicologa” alla Centella 🎁

  
Per il compleanno di mia figlia (psicologa) ho preparato un dolce utilizzando una crema spalmabile fondente con Centella e con vitamine utili a memoria e funzioni Cognitive, proprio “inventata” per lei! 😉
Centella ( dal web) Nella medicina indiana, la pianta viene utilizzata anche nel trattamento di  isteria e disturbi mentali. La centella asiatica viene sfruttata anche in ambito omeopatico per disturbi del comportamento, del sonno e irritabilitá causata da stress e stati ansiosi.

  

INGREDIENTI 

🎉 un pan di Spagna rettangolare ( io l’ho comperato ma potete prepararlo con : 4 uova,160 g. di zucchero, 170 di Farina e 1 bustina di lievito per dolci)

🎉 400 g. di panna +100 g. di panna per guarnire ( io ho usato la panna vegetale zuccherata)

🎉 40/50 g. di nocciole 

🎉 100 g. di AMARETTI

🎉 qualche cucchiaio di liquore all’amaretto (facoltativo)

🎉 200g. di Crema spalmabile fondente alla CENTELLA

Per la bagna :

🎊  acqua, rum ( oppure amaretto) e zucchero

ps: io non peso mai gli ingredienti, ne preparo circa 2 tazze

Per la copertura:

Una stecca di cioccolato da copertura

Preparazione 

Tagliate il pan di Spagna in due o tre strati ( io ho fatto 3 strati) e bagnate il primo strato con la bagna ( sciogliete lo zucchero con l’acqua e il liquore per qualche minuto sul gas e poi lasciate raffreddare)

In una ciotola semi montate la panna, aggiungete la crema spalmabile, le nocciole tritate, gli amaretti sbriciolati e qualche cucchiaio di amaretto poi amalgamate il tutto. Ora mettete ( io ho usato una sac a poches) un primo strato di composto sul pan di Spagna imbevuto di bagna e poi anche sul secondo ( se avete fatto tre strati). Chiudete con il terzo strato e preparate la copertura di cioccolato fondente. Decorate a vostro piacimento, io ho messo degli amaretti e della panna. 

Quando invento dolci, la cosa più bella sono le decorazioni perché posso dar sfogo alla mia creativitá😉, se vi fa piacere, se preparate dei miei dolci, potete inviarmi le vostre foto nella mia pagina Facebook.😊

  

 Se vi va di commentare o chiedermi chiarimenti, mi trovate anche su:

http://www.facebook.com/unaromagnolaincucina

troverete inoltre altre foto o video

Grazie di essere passati nel mio blog 😍

️Cinzia

 



I Bruttiboni  o… i BRUTTI MA BUONI 😃

  
La ricetta, molto semplice, prevede di amalgamare mandorle dolci, (oppure nocciole)alcune mandorle amare, chiare d’uovo montate a neve, zucchero e un po’ di scorza di limone; con l’impasto si formano delle palline irregolari (da cui l’aspetto “brutto”) che si cuociono prima in pentola e poi in forno sopra una sottile ostia, i veri brutti ma buoni quelli originali necessitano di due cotture. In alcune ricette si spolverano anche con zucchero a velo. A Prato sono spesso venduti con i Biscottini di Prato.

Avevo due chiare avanzate da una carbonara e così ho fatto un dolcetto veloce con solo tre ingredienti ( non ho messo le mandorle amare)

  

INGREDIENTI

🐣. 2 albumi   ( a temperatura ambiente)

🍚 150 g. di nocciole tostate ( io ho messo la granella di nocciole)

🍥 150 g. di zucchero 

🍚 un pizzico di sale

 Mettete  gli albumi a temperatura ambiente in una planetaria munita di frusta. Cominciate a montare, e quando gli albumi sono già molto chiari e spumosi, anche lo zucchero .Montate a velocità media ancora qualche minuto.

Aggiungete quindi alla meringa la granella di nocciole poco per volta, amalgamatele mescolando delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto con una spatola. Trasferite ora il composto in una pentola di acciaio, ponetela sul fuoco dolce. Con un spatola morbida, continuate a mescolare, facendo cuocere la meringa.

Dovrete mescolare per circa 10 minuti, fino a che il composto non si sarà compattato. Con l’aiuto di due cucchiai, formate adesso dei mucchietti di impasto, ben distanziati gli uni dagli altri, su una teglia foderata di carta da forno. Una volta formati tutti i mucchietti, infornate i brutti ma buoni in forno statico preriscaldato a 130° per 45 minuti. I brutti ma buoni devono asciugare senza bruciare: all’interno dovranno risultare asciutti e non molli, perché raffreddandosi, si induriranno un po’.

Conservateli in una scatola di latta se….vi rimarranno! 😉

  

Potete mettere dello zucchero a velo! 

Buon Appetito

️Cinzia 😍

  


Biscotti simil gran cereali al cioccolato 🍫 dell’amicizia😉

  

 Le mie amiche leggono il mio blog e… stamattina mi portano la ricetta dei biscotti ai cereali, sapendo che in casa ho ( sicuramente) le farine, la cioccolata e…..insomma, tutto quello che serve per farli! 😜😜quindi, senza ” cincischiare “, velocemente trito…sbatto, frullo e compatto la base per fare la frolla tenendola in frigorifero per circa  un’ora, in pratica…giusto giusto il tempo di pranzare e poi mettermi al “lavoro” 😳Ahahah 
   

 Preparazione :

 Per prima cosa dovete rendere “farina” i fiocchi d’avena;
  – tritate finemente i fiocchi di avena

tritate il cioccolato con le nocciole  

  
 – in una terrina mettete l’uovo con lo zucchero, aggiungete l’olio, la farina d’avena, la farina integrale, il sale, il cacao, il lievito e infine le nocciole con il cioccolato precedentemente tritato. Impastate formando una palla che avvolgerete nella pellicola e lascerete in frigorifero per circa un’ora.
  

ora stendete con un mattarello l’impasto.( io metto della carta da forno )

  

formate i biscotti con un coppapasta (io ne ho fatti circa 28 più un piccolo biscottino)

  

– Infornate a forno statico 180 gradi per 10/15 minuti circa. ( io li ho lasciati 11 minuti, mi sono rimasti morbidi al tatto )

  

Mentre scrivo la ricetta… le mie amiche mi stanno preparando il caffè! 😉 ….che dite…inzuppo un biscottino?

  

Buona domenica 😃

️Cinzia 💛

Se vi va…sono anche su INSTAGRAM

Granola homemade

13460993_10209874000189564_999595319_o

La Granula (in italiano Granola) è stato il primo cereale preconfezionato per la colazione. Inventata nel 1863 da  James Caleb Jackson. (fonte web)

Forse non tutti la conoscono, ma la Granola è un mix di cereali (come avena e riso o farro soffiati), frutta secca (nocciole, noci, mandorle,…) e essiccata (albicocche, mele, banane,…). Questo mix è ottimo accompagnato allo yogurt (o latte) – e frutta fresca – consumato sia a colazione per la giusta carica mattutina, sia per uno snack buono e sano a merenda.

La particolarità della Granola fatta in casa è che potete comporla come preferite, usando i cereali o frutta secca che più vi piacciono. E’ buonissima, sana, energetica e sfiziosa! Si conserva in un vaso di vetro con chiusura ermetica per qualche settimana, ed è anche ideale da regalare (in una bella mason jar decorata) oppure potete portarvene un po’ in un piccolo tupper per merenda, pranzi fuori, al mare o per i vostri picnic!

Eccovi gli ingredienti : le dosi sono per 1 vaso da 1 kg (ricordo che potete sostituire tutti gli ingredienti, tranne l’avena, perché è l’ingrediente fondamentale). Tutti i prodotti usati da me, li trovate in qualsiasi supermercato o discount!

Ingredienti

parte asciutta:

  • 150 gr di fiocchi d’avena 
  • 2 cucchiai di cocco disidratato (o cocco rapè o farina di cocco)
  • 30 gr di riso o orzo o farro soffiato (potete fare anche un mix di tutti e tre)*
  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • 1 cucchiaio di semi di lino
  • 100-120 gr di frutta secca (mix di noci, nocciole, anacardi, mandorle,…)*
  • 1-2 cucchiai di uvetta sultanina (secca)
  • 1-2 cucchiai di mirtilli rossi essiccati 
  • 1 cucchiaio di bacche di Goji (facoltativo)
  • 1-2 cucchiai di gocce di cioccolato (o cioccolato tagliato a pezzetti) *

*io ho usato l’orzo soffiato; per la frutta secca ho usato un mix già pronto; il cioccolato è assolutamente facoltativo

per lo sciroppo:

  • 40-50 gr di zucchero di canna 
  • 50 gr di sciroppo d’acero (oppure miele)*
  • 15-20 gr di olio extra vergine di oliva
  • un goccino d’acqua
  • 1 bustina di vanillina (oppure vaniglia in polvere)

*consiglio di usare il miele, perché lo sciroppo d’acero dona alla granola un sapore un po’ aspro

Procedimento

In una terrina mettere tutti gli ingredienti per la parte secca e mischiarli bene con un cucchiaio. Tutto tranne l’uvetta, i mirtilli e il cioccolato che verranno aggiunti alla fine!

13493626_10209873999829555_586961890_o

In un pentolino preparare lo sciroppo: prima far sciogliere il miele e la vanillina nello sciroppo d’acero (o miele), quando sarà diventato quasi un caramello, aggiungere un goccino d’acqua e l’olio evo. Ottenuto lo sciroppo, aggiungetelo al composto secco che abbiamo precedentemente preparato. Amalgamate bene il tutto: il composto risulterà bagnato e appiccicoso.

Foderate una teglia con della carta forno e stendetevi il composto, appiattendolo con un mestolo. Infornate in forno già caldo a 150-170 gradi (dipende dal forno) statico, per circa una ventina di minuti (IMPORTANTE: ricordatevi di mescolare e rigirare il composto ogni 5-10 minuti per evitare che si bruci!!!)

13461187_10209873999029535_726809674_o

Sarà pronta quando si sarà dorata (e tostata). Quando tirate fuori la teglia dal forno, aggiungetevi l’uvetta e i mirtilli e mescolate. A questo punto lasciate raffreddare bene. Quando la vostra Granola sarà bella fredda, aggiungete anche le gocce di cioccolato o il cioccolato tagliato a pezzetti.

13446133_10209873998549523_1642860120_o

Ora mescolate bene il tutto e conservatela in un barattolo di vetro con chiusura ermetica.

13450040_10209863112197371_8612032902111553954_n

La vostra Granola si conserverà in luogo fresco e asciutto per almeno due settimane (ma credetemi, la finirete prima!!!).

13467331_10209873998149513_594439120_o

13467722_10209873997469496_218216453_o

Amiche e Amici, se vi fa piacere vedere tutto il procedimento, potete seguirmi su YOUTUBE!

Ebbene si, Una Romagnola in cucina è sbarcata su Youtube! Potete trovare il mio primo video, proprio della Granola, a questo indirizzo

VIDEO – Una Romagnola in Cucina – GRANOLA

Vi aspetto,

Buon Appetito,

Cinzia

 

 

 

Crema di Nocciole e Cioccolato Vegan

nutella promo

IMG_4556

La cioccolata è il miglior antidepressivo di sempre! ^_^ Perchè alza i livelli di serotonina!

Citazione: E’ l’ormone dell’umore: il cacao non la contiene, ma ne favorisce la secrezione, procurando così una sensazione di appagamento e benessere

Purtroppo non a tutti piace la cioccolata fondente e spesso le creme spalmabili che troviamo in commercio contengono quantità esagerate di zucchero, olio di palma e poco cioccolato (spesso quello al latte e non quello fondente).

Allora provando e riprovando ho trovato, modificato e testato questa ricetta, che a parer mio, non ha niente da invidiare alle sue sorelle più famose che troviamo in commercio. Ha una cosa in particolare che adoro: il reale sapore di cioccolato! Ricorda le creme al cioccolato di un tempo, che appagavano il gusto e i sensi!

E facilissima da fare e potete scegliere se farla più liscia o più grumosa (tutto dipende da due piccoli accorgimenti)

Cominciamo con gli ingredienti che, ricordo, più sono di alta qualità e migliore verrà la vostra crema spalmabile alle nocciole e cioccolato

Ingredienti per un vasetto di circa 250-300 grammi

IMG_4712

  • 150 gr di cioccolato fondente (potete scegliere quello che volete, quello che più vi piace – io ho scelto questo con il 74% di cacao – bello amaro come piace a me)
  • 50 gr di nocciole sgusciate, TOSTATE  e pelate (importantissimo: le nocciole devono essere tostate, altrimenti non rilasceranno il loro olio naturale quando andremo a frullarle)
  • 50-70 gr di zucchero di canna (io l’ho tritato, rendendolo a velo)
  • 80 gr di latte vegetale (io ho usato quello di soia perchè monta di più – ma potete usare quello che volete – potete usare anche il latte vaccino, ma ricordatevi che la vostra crema spalmabile durerà molto meno – per questo ho usato quello vegetale che si conserva di più)
  • 40 gr di olio vegetale (io ho usato quello di girasole)
  • 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

 

Procedimento

la prima cosa da fare è tostare le nocciole se non sono già tostate. Vi basterà metterle sgusciate per cinque minuti sul fuoco in una padella e girarle di tanto in tanto. Lasciatele raffreddare un paio di minuti e poi munitevi di un buon frullatore e frullate finchè non otterrete una pasta liscia

questo passaggio è fondamentale: più saranno frullate e più la crema finale sarà liscia. Se volete la crema più granulosa, tritate meno le nocciole

IMG_4715

Ora mettete sul fuoco il latte e fatelo bollire. Intanto tritate il cioccolato

IMG_4713

Quando il latte sarà bello bollente, toglietelo dal fuoco e tuffateci il cioccolato tritato e con una frusta o forchetta mescolate finchè non si sarà sciolto

IMG_4714

IMG_4716

Adesso basta aggiungere gli altri ingredienti: zucchero, olio e il cucchiaio di cacao amaro e continuiamo a mescolare.

Ora il passaggio fondamentale per rendere la vostra crema bella liscia: dobbiamo usare il mini pimer ( o frullatore ad immersione). Frullare finchè la cioccolata non sarà bella liscia e anche un pò montata.

IMG_4720

Quando la crema sarà pronta non resta che metterla nel vostro vasetto (che avrete precedentemente lavato e sterilizzato in acqua bollente) e lasciatela raffreddare.

IMG_4723

Durata: se non ve la mangiate tutta subito ^_^ dura anche due settimane in frigorifero (ricordatevi che se la conservate in frigorifero si solidificherà un pò). Io personalmente la tengo in dispensa (al buio e al fresco) e dopo una settimana è ancora buonissima (ma premetto che da me in questo periodo è ancora freddino – in estate va tenuta in frigo!)

IMG_4725

IMG_4726

Buon Appetito,

Cinzia

Torta alle Nocciole Vegana ❤️


Buongiorno Amiche e Amici!

Avevo del latte di nocciole e non sapevo cosa fare…e ho pensato di fare una ricetta che mi ha dato la mia amica Michela.

È un’ottima torta soffice, delicata e buona! Senza uova e senza burro. Nella mia versione c’è il lievito per dolce, ma per farla totalmente vegana potete sostituire il lievito con un cucchiaino di bicarbonato e un cucchiaino di aceto di mele (se lo versate sopra farà reazione e diventerà un agente lievitante).

Ingredienti


Io ho usato il mixer ma potete farla anche con una ciotola e uno sbattitore. Prima di tutto dovete tritare le nocciole: fatele diventare una farina di nocciole!

Ora mettete le mixer/ciotola il latte di nocciola, l’olio e lo zucchero e mescolate. Ora aggiungete la “farina” di nocciole, e le due farine setacciate. Mescolate. Per ultimo aggiungere il lievito.


Scaldate il forno a 180 gradi. Ora imburrate una teglia oppure (come ho fatto io) ricoprite la con carta forno e versatevi il vostro impasto.


Cuocere per 25-30 minuti. Fate sempre la prova stecchino.


É già buonissima così, ma se volete darle un tocco in più ricoprite la con del cioccolato fondente.

Io ho sciolto a bagnomaria 100 gr di cioccolato extra fondente amaro e l’ho versato ancora caldo sulla torta. L’ho lasciato raffreddare per un’ora, finché il cioccolato non si sarà solidificato.

IMG_3916IMG_3918
Buon Appetito,

Cinzia

La delizia delle delizie: crema di nocciole e cioccolato!

ok, ok… non sarà identica alla sua cugina Nutella più famosa, ma sicuramente è più sana, senza olio di palma, con un sacco di nocciole e la soddisfazione di farla a casa. Vi ho detto che è anche buonissima?????

Facile da preparare, ne potete fare quanta ne volete ed è meno calorica dell’originale (essendo con cioccolato fondente e senza olio o burro!).

Cominciamo…

12422163_10209006524343210_161980877_o

 

Abbiamo tutto? Siamo pronti?

Tre cose importanti: le nocciole devono essere tostate, altrimenti quando andremo a frullarle non rilasceranno l’olio e quindi non diventeranno una crema. Se non le trovate già tostate, basterà prendere una padellina e mettere le nocciole sgusciate a tostate per una decina di minuti.

Seconda cosa: io ho usato sia il cioccolato fondente sia quello al latte..la prima volta l’ho fatta solo con il cioccolato extra fondente..e devo dire, che nonostante fosse amarognola, era veramente buona! Quindi potete usare il cioccolato che preferite (anche quello bianco!)

Terza cosa: io ho usato il latte di nocciole perchè volevo che la crema avesse un sapore più deciso di nocciole, ma va benissimo qualsiasi latte (vaccino, di soia, di riso, di avena…)

12422425_10209006470901874_411683342_o

Pronti? Allora….

  1. prendete un frullatore/mixer/tritatutto e frullate le nocciole tostate. Allora ci vorrà un pò di tempo, perchè devono rilasciare l’olio e diventare una pasta morbida (non farinosa). questo passaggio è importantissimo per avere la crema finale più liscia.

12837771_10209006476902024_480366412_o

2. io ho frullato anche lo zucchero di canna perchè diventasse a velo (sempre per il discorso della crema finale bella liscia)

3. Far sciogliere il cioccolato con il latte in una pentola a doppio fondo (per evitare che si attacchi…oppure a bagno maria)

12837188_10209006473701944_507154042_o

4. quando il cioccolato sarà bello sciolto, aggiungere lo zucchero, la pasta di nocciole e il cacao settacciato e continuare a mescolare.

12675055_10209006469901849_167111784_o

5. ora fate cuocere continuando a girare per una ventina di minuti circa. All’inizio è molto liquida, ma raffreddandosi si indurirà. Ora mettetela ancora calda nei vasetti (con queste dosi a me ne sono venuti due vasetti di media grandezza).

12837458_10209006466141755_251619655_o

Una volta raffreddata, spalmatela su una bella fetta di pane e …leccatevi i baffi!

Conservazione: io la tengo in frigo (si solidifica molto), ma quando voglio mangiarla basta tirarla fuori dal frigo 10-15 minuti prima. In frigo si conserva per un paio di settimane. In dispensa per una settimana circa.

Buon appetito,

Cinzia