Biscotti al  burro 

  
Questi ️Deliziosi  biscottini sono semplici da fare e non richiedono grandi abilità, solo tanta fantasia! 😍

  
Potete farli con degli stampini, farcirli con marmellata o Nutella oppure con degli stampini fare dei cestini ripieni.
  
Farciteli con marmellate di vostro gusto oppure anche con creme varie.

  
INGREDIENTI PER 25 biscotti

🍪 250 g. di Farina OO

🍪 125 g. di BURRO

🐣 1 Uovo intero

🍪 120 g. di zucchero

🍪 mezza bustina di lievito per dolci

🍪 un pizzico di sale

🍪 mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia

🍪 zucchero a velo e marmellata!

  

 

Impastate tutti gli ingredienti cominciando dalla farina con il lievito, lo zucchero, la vaniglia, il sale, l’uovo e il burro tagliato a cubetti. Fate riposare il panetto ottenuto  in frigorifero per circa 30 minuti coperto con pellicola.

  
– prendete il panetto, stendetelo  con uno spessore di circa mezzo centimetro e formate i biscotti !!

  
Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti.

  
-adagiateli sopra una griglia e quando saranno freddi, farciteli!

  
Pronti da….regalare!

  
️Cinzia

Se vi va….mi trovate anche qui http://www.facebook.com/unaromagnolaincucina

😍

19 marzo Festa del papà 

  
ORIGINI E STORIA DELLA FESTA DEL PAPÀ
San GiuseppeIl 19 marzo è da tradizione il giorno in cui la Chiesa festeggia San Giuseppe. Già dal 1300 molti ordini religiosi lo ricordavano in questa data. La festività di san Giuseppe fu poi inserita nel calendario romano verso la fine del 400, ad opera di papa Sisto IV, e in seguito ufficializzata da Gregorio VI nel 1621.

Come molte altre ricorrenze cattoliche, se andiamo a ricercare più in là nel tempo, si scopre che anche il 19 marzo era in origine una festa pagana: la vigilia dell’equinozio, in cui si tenevano i riti propiziatori per la fertilità e il raccolto. Ancora oggi si trovano tracce di questi riti pagani nei tradizionali falò che accompagnano la festà del papà nelle regioni del sud Italia.

  
LA FESTA DEL PAPÀ NEL MONDO
La festa del papà è legata a San Giuseppe nei paesi di tradizione cattolica, come Spagna e Portogallo, oltre all’Italia.

Le date variano molto invece nel resto del mondo.

In molti altri paesi, compresi gli Stati Uniti, si festeggia invece la terza domenica di giugno. In Russia la festa del papà cade il 23 febbraio, in occasione della festa dei difensori della patria, mentre in Germania si festeggia nel giorno dell’Ascensione, 40 giorni dopo la Pasqua.

Le date in cui cade la festa del papà sono così differenti perchè legate a origini e tradizioni completamente differenti. (Fonte web)
  
«Alla fine di tutti i padri padroni della Bibbia, Giuseppe è il padre che non minaccia, che non maledice, che non disereda e non cospira, è il padre che si lascia cancellare così: dopo avere sposato una vergine, dopo averne accudito il figlio, dopo averlo nascosto in Egitto, riportato in Galilea, dopo avergli forse insegnato un mestiere, quando non ha avuto più nulla da dare al figlio suo, lo ha lasciato andare. L’ultimo patriarca, il primo papà». (Fonte web)

  
Quest’anno sono 28 anni senza di te…  un dolce pensiero caro babbo! Auguri sinceri che ti invio nella tua nuova “dimora” oggi come ogni giorno. TVB Babbo!!

  
   
    
   
La ricetta nel blog ; Crostata senza burro

  

  
️Cinzia 

Crostata veloce senza lievito 💙

💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙  
Ieri avevamo un calo di zuccheri…ahahahah 💙💙💙 e questa crostata ha riportato l’umore e….lo  “spirito” al di sopra delle aspettative!! 😉😉

  

Io e mia figlia abbiamo messo 150 g. di ZUCCHERO con un uovo intero in una terrina, 150 g. Di BURRO a temperatura ambiente, una bella grattugiata di limone bio, un pizzico di sale e la FARINA. Impastato il tutto e messo 10 minuti in frigorifero (potete mettere anche due tuorli al posto dell’uovo intero) mentre imburravamo la teglia.

  

Ora aiutandovi con della carta da forno e un matterello, stendete la pasta ( circa un centimetro)  e ricoprite la tortiera imburrata. Tagliate la parte il eccesso aiutandovi con il matterello. ( la parte in eccesso, la userete per le decorazioni ) 

N.B. Quando stendete la pasta, allargatela bene, avrete piú “prodotto” per decorare.

  

Stendete la marmellata (a vostro gusto) e scegliete la decorazione. Noi abbiamo messo tante stelline !! 🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟✨✨✨✨✨✨✨

Infornate a 180 gradi per 35/40 minuti. ( dipende sempre dal forno)

  

Spolveratela con zucchero a velo…. 

  

e Buon Appetito! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

Cinzia e Elena 

Marmellata di pesche del “re”

  
Enrico VIII, aveva il pallino delle marmellate e pare che  tutte le future mogli ( ne sposó ben sei) portassero in dote le confetture!! 😆 Caterina, una delle mogli si esercitava durante il fidanzamento a preparare marmellate di  🍑 pesche,susine,albicocche,ciliegie,amarene,fragole e pere!

  
INGREDIENTI

– 1 chilo di pesche ( solo polpa )🍑🍑🍑

-700 g. di zucchero di canna

-mezzo limone spremuto🍋

-una bacca di vaniglia o zenzero

Le marmellate si preparano facendo bollire, e cuocere logicamente, insieme una certa quantità di zucchero e frutta per un pó di tempo con l’eventuale aggiunta di limone (succo).

Procedimento 

Lavare accuratamente le pesche e asciugarle bene. Tagliarle a pezzetti e metterle in una pentola capiente.

   

 A questo punto aggiungiamo lo zucchero e i semi della vaniglia e mescoliamo bene🍑🍑🍑.

  Ora aggiungiamo il succo del limone. Quando comincerá a bollire,fate cuocere per circa mezz’ora continuando a mescolare. 

  Una volta pronta frullate con il mini-pimer lasciando anche dei pezzetti di pesca.

  Versate la marmellata nei vasetti precedentemente sterilizzati ancora calda e capovolgeteli.  Questo passaggio serve per creare il sottovuoto.Trascorsi 5/10 minuti, rigirateli e fateli bollire in una pentola coperti d’acqua per sterilizzarli ( io uso uno straccio per evitare che si rompano). 

Dal bollore fateli “sterilizzare” per circa mezz’ora. 

 Metodi di conservazione ( con lo zucchero ) : gli zuccheri hanno propprietà conservanti SOLO se presenti nelle preparazioni in una percentuale superiore al 70%. È’ una tecnica valida soprattutto se abbinata al calore.

Conservare in luogo fresco e asciutto. Se il barattolo é chiuso si conservano circa 2 anni, mentre una volte aperte una settimana circa in frigo.😃😃😃  

Buona da gustare a colazione e sana per le colazioni e merende per i vostri bambini 😉

Cinzia

Cheesecake leggera con Yogurt

1

 

In queste afose giornate estive abbiamo voglia di un dolce ma sicuramente non abbiamo voglia di accendere il forno?! Allora ecco la soluzione: la Cheesecake leggera con yogurt è quello che fa per voi!

Ottima torta estiva, sia per una cena tra amici, che per la colazione o la merenda!

Fresca, semplice e buonissima!

Ingredienti

13530331_1502990569727193_196755537_n

Per la base:

  • 180 gr biscotti secchi (io ho usato i Digestive)
  • 70 gr burro

Per la crema:

  • 150 gr zucchero
  • 400 gr formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
  • 300 gr yogurt bianco (dolce)
  • 10 gr gelatina in fogli o colla di pesce (circa 4-5 fogli)
  • 1 bustina di vanillina (facoltativo)

Per la farcitura:

  • marmellata q.b.
  • 1 foglio di gelatina in fogli o colla di pesce

 

PROCEDIMENTO

Prepariamo lo stampo: dobbiamo usarne uno con la cerniera, perché sarà più facile poi staccarla quando sarà pronta. Ora foderate solo la base con della carta da forno.

Cominciamo preparando la base: dovete tritare finemente i biscotti, finchè non diventeranno una farina. Io li ho messi in un mixer/frullatore, ma potete anche metterli in un sacchetto per alimenti e schiacciarli con un matterello o batticarne (o il retro di un bicchiere).

13480275_1502990019727248_1295905772_n

In un pentolino (o nel microonde) sciogliete il burro e aggiungetelo ai nostri biscotti tritati. Mescolate bene. Ora mettete il composto nel nostro stampo (precedentemente foderato con carta forno) e pressatelo bene (aiutandovi con un cucchiaio).

Ora mettete lo stampo con la base in frigorifero per almeno 1 ora, oppure in congelatore per 15 minuti.

Prepariamo la crema:

Io ho usato l’impastatrice, ma potete usare anche le fruste. Montate il formaggio sfaldabile con lo zucchero. Aggiungete poi lo yogurt e la vanillina (facoltativo) e mescolate bene.

Creata la crema possiamo aggiungerla alla nostra base. Togliamola dal frigorifero o congelatore e versiamoci la crema appena ottenuta.

Rimettiamo la torta in frigo per almeno 3 ore o in congelatore per 1 ora e mezza.

Per la copertura:

io ho usato una semplice marmellata: ho usato quella di mirtilli neri. Ho messo la marmellata in una ciotola e con il minipimer l’ho frullata per renderla più liscia. A parte ho sciolto 1 foglio di gelatina con un goccino d’acqua: ho messo in un pentolino sul fuoco (basso) la gelatina e l’acqua, finchè non si è sciolta. Basterà un minuto. Ho aggiunto il composto sciolto alla marmellata, ho mescolato e ho ricoperto la torta.

Ora rimettere tutto in frigo per almeno 2 ore.

Servire fredda!

Buon Appetito,

Cinzia

 

 

Croccanti girelle di Francesca

Ci sono dei giorni che ami coccolarti e viziarti 😚 e oggi è uno di quelli!! Ahahah 😚 Prepariamo le girelle, veloci e semplici con la pasta sfoglia ! che piacciono a tutti!!

  
Ingredienti

– Un rotolo di pasta sfoglia rettangolare (io avevo solo quello rotondo e va bene ugualmente)

– Crema spalmabile fatta in casa oppure marmellata (potete usare anche la Nutella)

Procedimento

Preparate la pasta sfoglia stendendola e ritagliando 4 strisce dalla parte piú lunga.  

  

 Aiutandovi con un cucchiaio stendete la crema spalmabile su tutta la superficie della pasta. Arrotolatela su se stessa e ora schiacciatela leggermente e allungate il “rotolo”.a questo punto prendete un coltello largo e lungo (vedi foto) e tagliatelo a metà nel senso lella lunghezza.  

  

  1.  Ora arrotolatelo su se stesso posizionando la parte dove avete tagliato all’esterno e adagiate la girella negli stampi da muffin”o precedentemente foderati con carta forno. 

 Infornate a 200 gradi per 30/40 minuti. Togliete dal forno e spolverate con zucchero a velo.

Buon appetito

Cinzia

  

Cornetti ripieni della Domenica

Buona Domenica Amiche e Amichi di Una Romagnola in Cucina!

Eccovi, a grande richiesta, la ricetta di cornetti o brioche fatti in casa.


Avete mai usato lievito madre attivo in polvere con germi di grano della ditta Ruggeri? È stato eletto prodotto dell’anno per la preparazione di parificati, così ho deciso di preparare i cornetti per la colazione e devo dire che il risultato è ottimo! Vi dó quindi subito la ricetta.

Ingredienti per 8 cornetti

  • 250 gr di farina Manitoba
  • 1 uovo
  • 30 gr di burro
  • 125 gr di latte tiepido
  • 60 gr di zucchero
  • 25 gr di lievito madre attivo in polvere oppure 1/2 panetto di lievito di birra fresco o in bustina
  • Marmellata o cioccolata qb

Con questa dose vi verranno otto cornetti. Ho usato l’impastatrice (ma voi potete farli anche a mano): nella terrina ho messo lo zucchero, il latte tiepido, il lievito (ricordo che potete usare anche il lievito di birra sua fresco che in polvere), l’uovo, il burro a temperatura ambiente e la farina Manitoba.


Impastate bene per qualche minuto e formate un panetto che lascerete gli evitare per qualche ora.


Preparato una teglia grande e ricopritela con carta forno. Trascorso il tempo di lievitazione, con un matterello stendere il panetto a cerchio (vedi foto)


e con la rotellina della pizza oppure un coltello tagliate la formando otto spicchi (vedi foto).


A questo punto prendete la marmellata una cioccolata e mettetene un cucchiaino abbondante a 2 cm dal bordo (vedi foto)


e arrotolato su se stesso formando il cornetto. Adagiatele nella teglia precedentemente preparata, spennellatele con latte e, se volete, mettete sopra dello zucchero di canna.


Ora lasciate levitare almeno per due ore, dovranno raddoppiare di volume a questo punto dopo aver riscaldato il forno a 200° per almeno una decina di minuti, infornate per 15 20 minuti (il mio forno era ventilato).


Ricordatevi che potete anche congelarli: vi basterà metterli nel forno per una decina di minuti e saranno come appena fatti ogni volta che vi andrà di gustarveli!!!

Volevo ricordarvi il mio profilo Instagram @unaromagnolaincucina : se vi fa piacere seguirmi e taggarmi se fate qualche mi ricetta

Buon Appetito,

Cinzia

Crostata senza burro 

Come promesso vi lascio la ricetta della Crostata senza burro! 

Semplicemente …buona! Che non ha nulla da invidiare alla sua sorella burrosa!!! 

Ingredienti 

  • 90-100 gr di zucchero di canna
  • 100 ml di olio di semi
  • 2 uova intere
  • 1/2 bustina di lievito
  • 300-400 gr circa di farina 00 
  • una grattatina di buccia di limone non trattato 
  • Marmellata q.b. (Io ho usato quella di fichi) 

Con queste dosi ho fatto 2 crostate medio-piccole

Procedimento 

In una terrina sbattere con una forchetta le uova, zucchero e l’olio (NON con il frullatore). Aggiungere un pochino di buccia grattugiata di limone. Ora man mano aggiungere la farina, setacciata con il lievito. Impastare e spostarsi su un piano da lavoro infarinato e continuare ad impastare (scusate la ripetizione) finché non otterrete un panetto morbido, non appiccicoso e compatto. 

Ora lasciate riposare un paio di minuti, finché preparate le teglie rivestite di carta forno, la marmellata e il forno (preriscaldarlo a 180gradi).

Ora stendere la vostra pasta della forma della teglia : ricordarsi di tenere una parte della pasta per la decorazione/chiusura sopra


Adagiate la pasta frolla sulla teglia e farcire con la marmellata che preferite 


Con la restante pasta decorare/chiudere la crostata: potete fare le classiche strisce oppure aiutandovi con degli stampini, creare delle forme (es.cuori,stelline ecc…)

Cospargere la superficie con dello zucchero ed informare a 180 gradi per circa 30-40 minuti. Dipende dal vostro forno: ricordatevi che dovrà essere dorata ma non troppo dura, perché raffreddandosi si indurirà .

Una volta cotta e raffreddata, cospargere con lo zucchero a velo.



Buon Appetito,

Cinzia 

il Danubio dell’Est

12016272_1401073049918946_195460922_o

Avete voglia di un dolce soffice, gustoso e ripieno di cioccolata o marmellata?

Eccovi la ricetta del Danubio

Un grazie speciale alla Signora Virginia per la ricetta e per avermi spiegato bene come si fa!

Ingredienti

  • 500 gr di Farina Manitoba
  • 100 gr di latte intero
  • 1 uovo 
  • 60 gr di Vallè (o di burro)
  • 1 bustina di lievito di birra 
  • 200 gr di zucchero
  • crema di nocciole e cioccolato (la mia ricetta qui) oppure marmellata

Procedimento:

in una planetaria (o a mano in una ciotola) mettere il latte tiepido con il lievito (e due cucchiaini di zucchero), lasciare lievitare un paio di minuti. Intanto setacciare la farina.

Aggiungere poi al lievito e latte, l’uovo e il burro. Amalgamare un pò e poi aggiungere la farina. Impastare fino ad ottenere un panetto morbido, non appiccicoso (la consistenza è quella del pane per capirci). Lasciare lievitare il panetto, al caldo e coperto, per un’ora.

Una volta raddoppiato il volume, stendere l’impasto con il matterello e dargli una forma quadrata. Tagliare dei quadratini. (vedi foto)

Ora farcirli a piacere con crema al cioccolato o marmellata (non più di un cucchiaino per ogni quadratino, altrimenti in cottura fuoriesce.

12837188_1401072533252331_675430292_o

A questo punto, formate delle palline, prendendo gli angoli e chiudendo formando una pallina. Ora prendete una teglia rotonda (foderata di carta forno) e adagiateli uno vicino all’altro (vedi foto).

Lasciare lievitare un’altra volta, per un’oretta circa.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.Spennellare con il latte (o l’uovo sbattuto se li volete più scuri) e infornare per 35-40 minuti circa (dipende sempre dal forno).

Una volta raffreddato il tutto potete anche servirlo, staccando le singole palline come fossero delle focaccine!

Buon appetito,

Cinzia